Utilizziamo i cookie per assicurarti una migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookies, anche di terze parti, solo per scopi statistici.
Per informazioni sui cookies, clicca qui. Continuando a navigare su questo sito accetti il loro impiego. OK

Ruchè di Castagnole Monferrato D.o.c.g.

La Tradizione®

 La Tradizione<sup>®</sup>
La Tradizione<sup>®</sup>

Il Ruchè di Castagnole Monferrato, autoctono raro del Piemonte viene prodotto in una ristretta area del Monferrato Astigiano, in soli sette comuni con al centro Castagnole Monferrato che si distingue tra tutti per le sue colline vocate ai raggi solari. Terreni calcarei, asciutti che rendono il territorio ottimale per la coltivazione di questo prezioso autoctono.

Non si hanno notizie certe sull’origine di questo nome (Ruchè), le ipotesi maggiormente accreditate voglion che sia arrivato in Piemonte in periodo medioevale, importato dalla Francia da Monaci che lo impiantarono nelle terre attorno ad un monastero oggi scomparso, un luogo sacro, dedicato a San Rocco.

Alcuni ritengono che il nome derivi da “roncet”, una degenerazione infettiva che in tempi passati attaccò i vitigni della zona e di fronte alla quale il Ruchè si dimostrò particolarmente resistente. Altri riconducono la derivazione al termine Piemontese “roche”, zone arroccate e difficili da lavorare. Da recenti studi condotti dall’azienda MONTALBERA ed attenta analisi del vitigno ( ricerca in merito al DNA condotta da MONTALBERA in collaborazione con il Centro scientifico BIOESIS ) e delle Sue caratteristiche organolettiche, sembra possibile che derivi da antichi vitigni dell’Alta Savoia. Da tempo immemorabile solo presente dell’area di Asti è a tutti gli effetti un vitigno astigiano per secolare acquisizione. Con l’annata 2010 viene concessa la DOCG, ulterior riconoscimento alla grande qualità di questo raro autoctono.

Zona di produzione:
Castagnole Monferrato, Piemonte.

Vigneto:
sitema di allevamento Guyot basso con 8-9 gemme sul capo a frutto.

Vitigno:
Ruchè di Castagnole Monferrato 100% lavorato in purezza.

Vinificazione:
tradizionale in rosso, con permanenza di oltre 10-12 giorni delle vinacce a contatto con il mosto.

Affinamento:
maturazione in vasche di acciaio inox e successivamente in bottiglia posizionata in senso
orizzontale per almeno 3 mesi. Longevità da 3 a 5 anni.

Colore:
Rosso sgargiante con riflessi violacei in gioventù, tendente al granato con l’affinamento.

Profumo:
intenso, persistente, aromatico, fruttato, con sentori tipici di petali di rosa e violetta nei primi anni, evoluzione su note speziate con il tempo.

Sapore:
caldo al palato, armonico, di corpo ed equilibrio con leggera componente tannica.

Bottiglia:
Bordolese Nobile, 500 g – Vetro colore uvag.

Tappo:
sughero monopezzo 26×45.

Formati disponibili:
Bottiglia Matusalem 5 L.
Bottiglia Magnum 1,50 L.
Bottiglia 0,75 L.
Bottiglia 0,375 L.

Gradazione alcolica:
da 13 a 14 gradi in base all’annata.

Acidità totale:
4,6-5,5 g/L.

Zuccheri residui:
3-4 g/L.

Estratto secco:
28-30 g/L.

scarica la scheda tecnica della brochure in .pdf

Visita alle Cantine

Le Cantine Montalbera e il wine shop sono aperti tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 18.00.
Degustazioni e visite su prenotazione.

Scopri di più >